02 settembre 2020, 14:29

Dalla fine della primavera del 2020, l'attività degli acquirenti di proprietà in Polonia è notevolmente diminuita. La recessione ha colpito la capitale, Wroclaw, Poznan, Cracovia e Lodz. Di queste città, Poznan ha subito i cambiamenti più piccoli rispetto ad altre capitali dei voivodati, dove nell'ultimo anno l'attività di acquisto è diminuita del 30-40%, a Poznan è solo del 10%. Nonostante questa situazione, i prezzi non stanno scendendo e in alcune città stanno addirittura aumentando. I prezzi degli immobili a Cracovia sono aumentati di un quarto nel corso dell'anno. A Varsavia, il numero di proprietà vendute è diminuito del 55%. A Lodz del 48%. Il motivo principale è, ovviamente, il coronavirus. La quarantena rendeva difficile l'accesso alle riunioni faccia a faccia, rendendo difficile il lavoro degli uffici vendite.


Вернуться в список новостей

Отправьте эту страницу друзьям!

Оставьте свой комментарий!