03 settembre 2020, 10:10

Secondo un rapporto trimestrale del Department of Rental Market Statistics, l'affitto medio nel Regno Unito è sceso dello 0,8% da aprile a giugno.
Pertanto, il tasso di crescita annuale degli affitti scenderà all'1,1% rispetto al dato del 2019 del -1,7%.
Tuttavia, i prezzi degli immobili nelle regioni fuori Londra continuano ad aumentare.

- Dove aumenta l'affitto e dove scende?

Il mercato degli affitti è guidato dalle tendenze divergenti dell'offerta e della domanda tra Londra e il resto del Regno Unito.
Gli affitti - esclusa Londra - sono aumentati del 2,2% nel corso dell'anno poiché la domanda continua a superare l'offerta in molti mercati. Va dall'1,5% nelle Midlands occidentali al 3,1% in Galles.
Solo sei delle 64 città monitorate dall'indice degli affitti hanno mostrato un calo degli affitti nell'ultimo anno (Swindon, Coventry, Middlesbrough, Northampton, Londra e Aberdeen) e altre sei hanno registrato una crescita superiore al 4% (Rochdale, Sunderland, Bristol, Preston, York, Leicester).
Ma l'aumento del numero di case in affitto a Londra ed Edimburgo, che sta diventando sempre più popolare tra gli affittuari, non è stato accompagnato da un livello di domanda simile. E questo porta a affitti più bassi e al tasso di crescita degli affitti in queste due città.

Londra
L'aumento dell'offerta e l'indebolimento della domanda nella capitale hanno portato al fatto che gli affitti sono diminuiti del 3% dall'inizio dell'anno e negli ultimi 12 mesi dell'1,4%.
I maggiori cambiamenti nei prezzi degli affitti si osservano nel centro di Londra, dove le politiche sul lavoro da casa e i divieti di viaggio e turismo durante la quarantena hanno avuto un impatto sulla domanda di proprietà in affitto.
Questa è la seconda volta che gli affitti a Londra sono caduti in territorio negativo negli ultimi tre anni. A marzo 2017, gli affitti sono diminuiti del 2,8% rispetto allo stesso periodo dello scorso anno dopo l'introduzione di un'imposta di bollo del 3% nel 2016.

Edimburgo
Nel frattempo, la crescita annuale degli affitti a Edimburgo, la seconda destinazione turistica più popolare del Regno Unito, è rallentata allo 0,2% dal 4% di un anno fa, poiché il calo del turismo e le modifiche alle politiche influenzano i proprietari e gli affitti di case.

- Qual è la domanda di noleggio?

La domanda complessiva di case in affitto è superiore del 33% rispetto alla pre-quarantena e del 25% rispetto ai livelli del 2019 in tutto il Regno Unito.
Ciò è stato probabilmente innescato dalla domanda differita da parte degli inquilini i cui piani sono stati sospesi durante la chiusura del mercato immobiliare, così come di altri inquilini che potrebbero aver utilizzato l'isolamento per rivalutare la loro casa e il loro stile di vita.
Allo stesso tempo, il numero di case in affitto è aumentato dalla fine della quarantena. Ora è leggermente in anticipo rispetto alle tendenze stagionali: lo scorso anno il numero di case in affitto nel Regno Unito è cresciuto del 7%.

Quanto è conveniente l'affitto ora?


La convenienza è rimasta sostanzialmente invariata negli ultimi anni, ad eccezione di Londra, dove la quota di reddito necessaria per coprire l'affitto mensile medio è scesa dal 54% al 45% nel settembre 2014.

-Cosa possiamo aspettarci fino alla fine del 2020?

La crescita annuale degli affitti al di fuori di Londra dovrebbe dimezzarsi nel Regno Unito dal 2,2% all'1% entro la fine dell'anno, ea Londra entro la fine del 2020 il calo annuale sarà del 5%.


Вернуться в список новостей

Отправьте эту страницу друзьям!

Оставьте свой комментарий!